Cima Preti

La Cima Preti è la principale del gruppo del Duranno. Essa domina tutto il Gruppo dell’Oltrepiave. La Normale non presenta difficoltà oltre il II grado. Può essere utile una corda di 20-30 mt per la discesa.

Sintesi del percorso: Ponte Compol – Bivacco Greselin – Forcella del Cadin – canalone – Cadin Alto – cima

In auto: si parcheggia al ponte Compol, poco prima della sbarra per la val Cimoliana

gruppo ClautanidifficoltàEE, I, II gradodislivello1970 mt quota max2.706tempo4h + 3happoggiobivacco GreselincartografiaTabacco 021data02-03/07/05

1 – Lasciata l’auto al ponte Compol si prosegue per un tratto di strada sterrata, in vista del Duranno. Il sentiero continua poi nel bosco, attraversa il torrente e dopo un tratto molto ripido si prosegue tra mughi, pietre ed erba

2 Il bivacco si trova in una conca e si avvista solo arrivati molto vicino. Nella foto è in basso a sinistra. Qui ci attende un meritato riposo dopo la salita molto faticosa (1200m dislivello)

3 – Il giorno seguente, dal bivacco, si risale un canale con grossi massi (I grado) e si incontra un sentiero da sinistra. Noi invece saliamo a destra per la china erbosa più alta

4 – Il panorama da qui è decisamente più ampio: Col Nudo e Duranno prima erano nascosti. Il bivacco comincia a diventare piccolo

5 Arrivati alle due forcelle alte ci chiediamo dove si debba andare. Il sentiero corretto è quello che prosegue per un buon tratto verso destra, tenendosi più basso di quello che contorna le rocce. Il punto rosso indica l’attacco corretto.

6 – La seconda possibilità è salire per i “bolli rossi” ma da alcune relazioni è considerata più impegnativa (qualcuno ci si era avventurato piazzando una “corda fissa” nel tratto iniziale). Noi continuiamo a destra per il sentiero (ometti e sasso verticale in piedi)

7Il passaggio iniziale della nostra salita. È dato di II grado ed in effetti è una placca con pochi appigli e un po’esposta. Nella foto la X è un chiodo molto utile per l’assicurazione in salita e discesa. Passato il chiodo ci si sposta nel canale a destra

8 Il canale è lungo circa 150-200m con difficoltà prevalentemente di I grado e qualche passaggio fino al II. In caso di difficoltà sono presenti 3 soste su chiodi solidi e un cordino per corda doppia alla fine (nella foto) oltre al chiodo sulla placca

9Per la cima si traversa a sinistra per terrazzi, poi per un colatoio facile (I) ed infine per ghiaie fin quasi sotto la cima. Quassù il panorama è stupendo, grazie anche alla giornata splendida. Sullo sfondo le Tofane, Antelao, Marmarole

10 – La giornata ci permette anche di arrivare a vedere la Laguna, la striscia bianca delle spiagge e, in fondo, il mare