Le falesie che circondano il paesino di Ulassai sono in continua espansione e si stanno affermando sempre di più come polo internazionale di arrampicata, tanto che a sensazione affermerei che è il sito d'arrampicata più alla moda di tutta la Sardegna.

Il paradiso dell'arrampicata

Ulassai si trova a pochi kilometri dalla storica Jerzu, anche nota per gli eccellenti vini della zona, in un contesto collinare all'apparenza piuttosto arido e disabitato. Il paese in realtà è vivace e vi si trovano tutti i servizi di prima necessità, il che permette anche una vacanza incentrata unicamente su queste palestre. Le varie esposizioni delle pareti assicurano la frequentazione tutto l'anno, anche se le mezze stagioni rimangono le più convenienti. Una menzione speciale va fatta all'ormai punto di riferimento B&B Nannai che, oltre ad offrire ospitalità in un contesto molto "climber", si occupano di chiodare nuovi itinerari. Se vi capita di andare ad Ulassai vi consiglio di comprare la guida (15 euro) della zona prodotta dai chiodatori, che consente al gruppo di mantenere sicuri gli itinerari e di aprirne di nuovi.

Canyon Sa Tappara

Una falesia per tutti i gustiRappresenta il settore più famoso ed uno dei pochi frequentabile d'estate. Questa netta spaccatura nella montagna, più comoda di quanto forse si possa pensare, presenta monotiri sia sulla parete rivolta ad est che su quella dirimpettaia. Sicuramente la prima è il motivo principale percui ci si reca ad Ulassai, con tante vie belle e varie, chiodatura ottima e gradi per tutti i gusti. La parete ovest è in ombra la mattina ed ospita molte vie facili con difficoltà inferiori al 6a. Se si arriva dal Lavatoio si accederà convenientemente al settore basso del Canyon. Risalendo dal basso si arriva poi ad una zona di massi dove poi il canyon scende leggermente e termina nei pressi del settore Cave of Dreams (vedi più avanti). La base delle vie è quasi sempre molto comoda e lo rende un luogo adatto ai bambini. Siamo riusciti a posizionare un ovunque il passeggino. 

Arcipelaghi 6b  - Fessura breve di riscaldo, carina;

Educanza 6a+, In guida nuova 6b+ - Bella placca con difficoltà crescenti e appigli che si riducono;

Cattolico Decoro 7a - 7a di riferimento. Parte bassa continua su piccole lamette e buchi, parte alta una passeggiata (30m) Molto bella;

Fruttolo 6b+, 6c+  - Prima fessura strapiombante atletica (catena), poi singolo duro su roccia gialla svasa. Finale di nuovo in fessura, ma facile. Bella;

Fiona 6c  - Prima parte su parete verticale a manette. Finale a dx per un diedro non facilissimo ed uscita su roccia dubbia. Carina;

Su dottori 7a - Passo chiave in alto per uscire dalla zona gialla. Bella;

Tossisca 6c - Prima metà non difficile, poi tacche svase e fessurine per un totale di 30m. Niente male!;

Anemnesi 7a+ - Super tiro molto vario. Si inizia per piccole concrezioni (tratto chiave), poi ci si muove a dx e a sx degli spit alla ricerca del percoso migliore. Nella parte alta si sale un diedro strapiombante e si finisce per una dura pancia;

Kajoe 6a - Di riscaldo. Passaggio sul primo strapiombino, per il resto niente di chè;

Dica 33 6a+ - Inizio interessante su roccia svasa e spalmi. In alto roccia più lavorata e scalabile velocemente. Carina;

Praticamente no! 7b - Via breve (15m), ma intensa sulle dita, con un passo duro a metà.

Cave of Dreams

Un piccolo angolo nascostoPiccolo settore dentro una diramazione secondaria del canyon, sempre in ombra e fresco. Per contro rimane umido o bagnato dopo piogge. Sul lato destro si trovano alcune vie di riscaldamento, mentre sul lato sinistro si sviluppano gli itinerari più difficili e interessanti del settore. Tutte le vie sono leggermente strapiombanti su roccia a volte che assomiglia al conglimerato e a volte a canne. La base è molto comoda ed è possibile portare i bambini. Nel nostro caso abbiamo preferito lasciare questo settore quando si è arrivati ad una frequentazione eccessiva per tenere la bambina in sicurezza. Senz'altro consigliabile nelle giornate calde, da vedere. 

Iustion 6c+ - Parete leggermente strapiombante con canne e prese grandi, a parte un paio di passaggi. Tra le migliori di questo grado ad Ulassai;

Riglos 6b - Diedro con una faccia liscia ed una su roccia tipo conglomerato. Si può proseguire oltre la prima catena senza aumentare il grado. Buon riscaldo;

Silver rope + Pink Ball 7a+ - Le due vie andrebbero entrambe in obliquo a sinistra. Si può iniziare su Silver rope (passi duri in obliquo) e continuare dritti su Pink Ball (passetto su strapiombino). Via molto bella su roccia dalle varie conformazioni: cambia tre volte!

Torre dei venti

Lo scialle della lunaBel pilastro a pochi passi dalla piazza principale del paese. L'esposizione lo rende accessibile in estate al pomeriggio mentre, come si può intuire dal nome, è da evitare nelle giornate ventose. Vie in placca su roccia nera a sinistra, su strapiombi gialli a destra. Lo spigolo della torre non può mancare durante una visita ad Ulassai. Base abbastanza scomoda, ma buona per bambini più grandi.Lo scialle della Luna 6c+, (40m), una delle vie più estetiche di Ulassai, sale lo spigolo della Torre con bel panorama sul paese. Grado “soft". Da non perdere.

Jerzu Castello

Una scalata tecnicaLe falesie di Jerzu si trovano a pochi kilometri da Ulassai e forse più comode da raggiungere dal centro di questo paese piuttosto che dalla vera Jerzu. Durante la nostra visita siamo riusciti a fare qualche tiro solo al settore Castello, una parete che rimane in ombra al mattino e quindi frequentabile d'estate. Complessivamente siamo rimasti un poco delusi, sia per l'apparente stato di abbandono (sentieri quasi inghiottiti dagli alberi e attrezzatura a volte vecchiotta) che per la bellezza delle vie (poche) che abbiamo salito. Probabilmente non era il periodo migliore e forse non abbiamo scelto bene le vie. La roccia è di un tipo diverso rispetto a quella di Ulassai, più grigia e porosa, che impone una scalata tecnica e meno fisica. La base è accogliente e permette di portare il passeggino, ma scarseggiano i punti dove "allargarsi" con un box per bambini. 

Paradisi musulmani 6b+ - Diedro di stampo classico con inizio e finale un poco impegnativi;

Nuove frontiere 6b - Prima spigoletto, poi lamette sulla sx. Niente di ché;

Fix 6a - Placca a buchi omogenea. Carina;

Il vagabondo 6a+ - Diedrino su roccia grigia. Carina;

Marcos 6a+ - Lama rovescia, bella.

per le informazioni più specifiche potete consultare le guide Ulassai, Jerzu, Osini, ed. Nannai Climbing - vai al link: Nannai Climbing guidebook Pietra di Luna trad e Multipiches, ed. Fabula 2014 Pietra di Luna Falesie, ed. Fabula 2012

Il gran finale

di Saverio d'Eredità

leggi i post