Cima Bocche

Bella vetta panoramica, frequentata, ricca di resti bellici, di trincee della prima Guerra 1915-1918. Si raggiunge facilmente per sentiero con qualche breve passo in cui porre un poco più di attenzione.

gruppo Pale di San MartinodifficoltàEdislivello800 mt c.a.quota max2.745temposalita 3h30', discesa 3hdata19/07/08

Descrizione generale

Tra i vari avvicinamenti scegliamo di partire dal Passo S. Pellegrino.

Dal parcheggio riservato all’hotel Monzoni, troviamo l’indicazione per cima Bocche. La traccia in breve tempo si collega alla buona mulattiera segnata col nr.628. La seguiamo in un ambiente molto suggestivo ricco d’acqua e di fiori, numerosi i rododendri, in lieve salita. Quando questa si fa più dura la mulattiera cambia in sentiero e ci porta ad un primo valico (alla ns. dx la sommità del Col dell’Orso). Il sentiero volge ora a sx (sulla ns. dx, in alto, vediamo bene la ns. meta) ed attraversa tutto il fianco della Iuribrutto, con lieve difficoltà in particolare dove attraversa una zona franata. Dopo essere arrivati ad un secondo valico con indicazioni, continuiamo ancora per una ventina di minuti ed arriviamo alla forcella Iuribrutto dove c’è un piccolo ricovero. Qui arrivano anche altri itinerari e troviamo l’indicazione per la vetta (1h10′). Il sentiero continua ben segnato , attraversa una zona di grossi massi da superare con un po’ di attenzione. Dopo un breve strappo arriviamo ad un punto panoramico con croce. Intorno a noi innumerevoli resti di trincee, camminamenti e resti di posizione di guerra. Il sentiero ora segue grossomodo la linea di cresta, in parte sfruttando i camminamenti di guerra e con un un’ultima salita ci porta al crocefisso di vetta. La vista si apre anche a Nord e possiamo ammirare molti gruppi dolimitici.

Tempo – 3 ore e 30 per la salita + 3 ore per la discesa

Discesa – Abbiamo scelto di ritornare per la stessa via di salita


Un gita di Andrea e Marta