Cima Scalieret

Escursione appagante, priva di grosse difficoltà che ci porta su posti relativamente frequentati giungendo infine su una cima da cui si gode di uno stupendo panorama.

Partenza dal rifugio Gardeccia cui si può giungere con servizio di pulmini-taxi dai pressi di Pozza di Fassa (costo euro 8,50 per andata e ritorno, strada chiusa al traffico privato). Il sentiero nr. 583 per il Passo delle Scalette parte appena più a valle dopo aver passato un piccolo ponte.

gruppo CatinacciodifficoltàE dislivello900 mt c.a.quota max2.889appoggiobiv. Rigatticartografiarif. Gardeccia, Vajolet e Preusspartenzarif. Gardecciadata28/07/10

per il Passo delle Scalette e il Passo delle Pope

Si prosegue in falsopiano per un buon tratto per poi risalire più decisamente ed uscire poi da un caratteristico bosco in vista dello scalino roccioso da superare. Si prosegue in un canalone con tratti alternati su traccia e rocce rotte per giungere alla base dello scalino che si supera aiutati da un cavo metallico (difficoltà di I° grado senza l’ausilio delle corde). Si risale ancora su sentiero per un breve tratto e si giunge al Passo delle Scalette cui segue dopo pochi metri un bivio con indicazioni. Noi dal bivio siamo scesi brevemente verso il Lago Secco per poi tagliare a sx per prati e risalire poi alla conca del Larsec superando senza difficoltà un breve canalino. Alla Conca si può giungere anche direttamente dal Passo delle Scalette assecondando uno stacco segnalato poco prima del cartello. In una maniera o nell’altra si perviene alla Conca del Larsec, luogo incantevole e solitario. Si tiene la sx tendendo alla traccia che si nota in lontananza e che sale decisamente verso un primo avvallamento, poi ancora ad un secondo ed infine con un ultimo strappo al Passo delle Pope. Da qui saliamo lungo la linea di cresta per ghiaie e rocce rotte alla cima Scalieret dove si gode di uno stupendo panorama, in particolare verso le Torri Meridionali del Vajolet. Ritorniamo quindi sui nostri passi al Passo delle Pope. Da qui parte una traccia di sentiero ben segnalato (sentiero Don Guido) che su terreno franato e accidentato, superando anche qualche breve facile salto di roccia e da ultimo anche un breve canale roccioso in un’oretta ci porta, dopo aver superato infine anche il Rio Soial al Rif. Vajolet e quindi al rif. Gardeccia.

Tempi

Rif. Gardeccia – Passo delle Scalette: ore 2

Passo delle Scalette – Passo delle Pope: ore 1

Passo delle Pope – Cima Scalieret: 45 minuti

Cima Scalieret – Rif. Vajolet: ore 1,30

Rif. Vajolet – Rif. Gardeccia: ore 0,30

Un gita di Andrea e Marta