Rochéta de Prendèra, 2496 m

Facile e lunga gita varia e molto panoramica, fattibile in qualunque condizione. I primi 600 metri circa si svolgono sulla strada forestale che conduce alla Malga Fedéra. A questa prima parte decisamente monotona segue un percorso particolarmente gratificante sopratutto dal punto di vista panoramico, che si svolge prima nel bosco, poi in pendio aperto sino alla sella accanto al Becco di Mezzodì e successivamente lungo la larga dorsale tramite la quale si raggiunge la vetta. Splendide le viste sul Pelmo da un lato e sulla conca ampezzana dall’altro.

gruppo Croda da Lago-NuvolaudifficoltàF, Ski 2.1, E1dislivello1300 mquota max2.496esposizioneNordtempo4 ore cartografiaTabacco 03partenzaloc. Campo di Sottodata16/12/17

dalla località Campo di Sotto

Accesso

Da san Vito di Cadore si prende la SS51 sino a raggiungere la località Campo di Sotto, svoltando a sinistra. Si prosegue seguendo le indicazioni per il lago di Pianozes. Qui si trova un ampio parcheggio sulla destra lungo la strada asfaltata chiusa al traffico.

Itinerario

Dalla località Campo di Sotto si inizia facilmente la salita lungo la strada forestale che conduce alla Malga Fedéra.
Noi abbiamo percorso i primi 150 mt di dislivello sci in spalla a causa della carenza di neve.
Raggiunta la Malga si procede entrando nel bosco. Senza traccia obbligata e cercando di mantenersi a sinistra sia avanza su pendenze leggere sino a quando il bosco si fa più rado. Uscendo in pendio aperto risulta evidente sia il Becco di Mezzodì, sia la sella alla sua sinistra. Si procede mantenendosi sempre sulla sinistra e superando un tratto più ripido che conduce ad uno spazio ampio e piano alla cui destra vi troviamo un salto. Da qui si punta la sella risalendo l’ultimo tratto più ripido sino a raggiungerla. Successivamente per la facile dorsale in breve si arriva in vetta.

La discesa avviene per la via di salita

Tempo – 4 ore

Materiale – NDS